Immagine

Monterisi Once upon a time…

le numerose dediche e poesie create da noi per l’arcivescovo che ha dato il nome alla nostra scuola…

 

 Dedica all’arcivescovo “Nicola Monterisi”

Non si fa fatica a camminare in discesa, né a brillare tra luci intense.
Nicola Monterisi, un uomo che ha saputo opporsi a tutto quanto gli veniva imposto pur di rimanere tra il popolo, in povertà e sofferenza. Tutto il suo operato è stato segnato da molteplici attività, tutte finalizzate a portare aiuto e conforto morale ai bisognosi. La città di Salerno deve tanto a quest’uomo che ha contribuito in modo marcato allo sviluppo socio-culturale.
Sono fiero di frequentare una scuola che porti il suo nome e per questo tutti noi seguendo il suo esempio di grande umiltà, viaggiando sulle dolci note del sapere, ci sentiamo come lui……… …….un pò speciali !

Luca

Nicola Monterisi

La città nativa fù Barletta, in cui studiò sensa fretta, molte lauree lui ebbe e vescovo divenne.
Soccorse la popolazione e fondò il circolo Leone.
Un giornale lui creò e un esempio per molti diventò, in aiuto dei poveri sempre andò e per questo il popolo lo amò .
Divenne vescovo di Chieti , di Bisceglie e di Salerno, e la sua fede durò in eterno.
Cercò di convertire la popolazione e cominciò a sviluppare l’evangelizzazione, le chiese costruì, la guerra cercò di far finir .
Quando il maresciallo lo accusò di non essere italiano , lui rispose:” Io sono anziano e qui sono rimasto per morir con la mia gente , tu dove eri maresciallo impertinente?”
Quando morì, sulla tomba scrissero una cosa: Non mi importa d’ esser vescovo potente voglio esser perdonato dal Redente i miei peccati far svanire e così in pace morire .
Una scuola a lui fu dedicata , che ancora oggi con onore porta il suo nome.

 

NICOLA MONTERISI

Ti ringrazio Nicola Monterisi,
per essere nato,
per essere vissuto,
e per essere stato così umile e affettuoso con il popolo di Salerno.
Ti ringrazio,inoltre,per essere rimasto fedele a Salerno durante la guerra,
e di non esserti arreso durante l’attacco del colera,
restando sempre accanto ai contagiati.
Eletto vescovo di Monopoli e arcivescovo di Chieti,
ti facesti onore tra le chiese.
Sei stato così umile da spogliarti di tutti i tuoi beni,
per vivere gli ultimi giorni della tua vita tra i poveri,
e morire tra di loro.
Istituendo nuove chiese,ed edifici religiosi,
hai dato la possibilità ai fedeli di seguire una vita religiosa più approfondita.
Insomma,sei stato e sarai un esempio di vita per tutti.

O nostro amatissimo Nicola
fosti buono e grandissimo studioso,
ti impegnasti infatti molto a scuola
per diventare un grande religioso.

Ti laureasti filosofo e letterato
e fondasti anche un bel giornale
era un periodico molto quotato
e infine fosti teologo, a Roma in cattedrale.

Quando divenisti vescovo a Monopoli
umile, di ogni uomo eri il miglior amico,
predicasti pace fra tutti i popoli
e della guerra fosti acerrimo nemico.

Infine a Salerno giungesti finalmente
e amore e spiritualità predicasti
quando le Nazioni si scontrarono selvaggiamente
dalla guerra la nostra città difendesti.

Giovanni

Nicola Monterisi

Grazie Monsignor Monterisi
Siamo grati a Monsignor Monterisi
Per aver superato la crisi
Per aver odiato la guerra
Senza abbandonare la sua terra
Odiò “ l’immane flagello”
Che porta gli uomini al macello
Dette voce alle speranze
Pianse per i lutti dei suoi fedeli,
amò gli infedeli.
Quando il colera infieriva a Barletta
Si offrì cappellano del Lazzaretto.
Vescovo di Chieti e Salerno
Portò la parola di Cristo dove c’era l’inferno.
Amò i poveri, consolò gli afflitti
E superò tanti conflitti
Protesse gli umili, consolò i diseredati
Che da nessuno mai erano stati consolati.
“ sia il tuo cuore a scegliere la meta
E la ragione a cercare la via,
perché una persona santa e giusta tu sia”
sono parole di gran valore
che ricordo a tutte le ore.
Da te s’impara
Come da persona rara,
perché è l’amore che fa girare il mondo
e lo rende giocondo.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...